Le banche marittime e gli assicuratori marittimi optano per il benchmarking delle emissioni allineato a 1,5

30 banche marittime e 17 fornitori e broker di assicurazioni marittime hanno annunciato oggi che i Principi Poseidon aggiungeranno ulteriori traiettorie per segnalare l'allineamento climatico con un futuro di 1,5°C.

Principi di Poseidone
Disegno. Per gentile concessione di Navigo

Questo nuovo impegno allineerà i principi con l'ambizione dell'ONU e con le ultime scienze climatiche disponibili.

I Principi Poseidon si impegnano ad adottare una traiettoria di riduzione delle emissioni coerente con gli impegni netti zero, non appena tale traiettoria o traiettorie si renderanno disponibili.

I Principi forniscono un quadro per le istituzioni finanziarie e gli assicuratori marittimi per misurare e riferire pubblicamente sull'allineamento climatico dei portafogli finanziari delle navi e assicurazioni marittime con gli obiettivi globali dell'azione per il clima.

«L'urgenza è chiara. A causa del ruolo svolto dal trasporto marittimo nell'economia globale, dobbiamo accelerare la nostra ambizione verso l'obiettivo di temperatura di 1,5°C dell'accordo di Parigi. Questa nuova ambizione consentirà ai Principi di Poseidon di continuare a svolgere il nostro ruolo di incoraggiamento e sostegno decarbonizzazione del trasporto marittimo", Michael ParkerIl presidente di Global Shipping, Logistics & Offshore, Citi e presidente dei Principi Poseidon per le istituzioni finanziarie, ha affermato.

I Principi Poseidon sono già in linea con l'ambizione dell'Organizzazione marittima internazionale di ridurre le emissioni di gas serra del trasporto marittimo internazionale di almeno il 50% entro il 2050.

I principi Poseidon per l'assicurazione marittima si confrontano anche con una traiettoria di riduzione delle emissioni coerente con una riduzione del 100% entro il 2050.

Il nuovo impegno annunciato oggi significa che una volta che una nuova traiettoria basata su fonti credibili e ben riconosciute sarà stabilita e adottata dai singoli membri dell'iniziativa, i firmatari valuteranno i loro portafogli rispetto a due traiettorie: una allineata con la riduzione del 50% dell'IMO entro il 2050 e uno allineato allo zero netto entro il 2050 e un aumento della temperatura massima di 1,5°C rispetto ai livelli preindustriali entro il 2100, per raggiungere gli obiettivi di temperatura dell'accordo di Parigi.

Affinché la seconda traiettoria sia coerente con un futuro di 1,5°C, l'ambito sarà ampliato per includere tutte le specie di gas serra e per tenere conto delle emissioni del pozzo di veglia.

“Avere accesso ai dati sulle emissioni del mondo reale attraverso i Principi Poseidon sta creando un impatto tangibile nel nostro business così come nell'economia reale. Stabilire percorsi globali comuni di decarbonizzazione ci aiuterà a prendere decisioni aziendali che riflettano le ultime scienze climatiche disponibili. Per noi è la cosa giusta da fare". Patrizia Kern-FerrettiHa spiegato il capo Marine, Swiss Re Corporate Solutions e presidente dei Principi Poseidon per l'assicurazione marittima.