Principali porti del Turkmenistan

Il Turkmenistan è una nazione senza sbocco sul mare nell'Asia centrale circondata dal Kazakistan a nord-ovest. A nord ea est si trova l'Uzbekistan; L'Afghanistan costituisce il confine sud-orientale, mentre il Mar Caspio lo racchiude a ovest.

È uno dei paesi meno popolati dell'Asia e possiede la quinta più grande riserva di gas naturale al mondo. Ha anche notevoli riserve di petrolio.

Il Turkmenistan è ben collegato ad altri paesi vicini tramite ferrovie, vie aeree e vie d'acqua. Il principale porto commerciale è Turkmenbashi, che funge anche da principale porto passeggeri.

Di seguito sono menzionati i principali porti e terminal in Turkmenistan.

1. Porto di Turkmenbashi

Il porto marittimo internazionale di Turkmenbashi è il porto più grande e il principale porto merci e passeggeri del Turkmenistan. Si trova sulla costa orientale del Mar Caspio e dispone di un terminal dei traghetti che collega le città di Baku in Azerbaigian, Aktau in Kazakistan e Astrakhan in Russia.

Ha una grande importanza geopolitica in Eurasia in quanto si trova sulla rotta commerciale Europa-Caucaso-Asia. Accoglie navi tutto l'anno ed è considerata una "porta marittima" che collega l'Asia centrale e l'Europa via mare, strade e ferrovie. È anche un importante centro di transito.

Porto di Turkmenbashi

Il porto fu fondato nel 1896 e nel 1903 fu istituita la Merchant Marine Port Authority. Da allora, sono stati apportati molti miglioramenti all'infrastruttura e al funzionamento del porto.

Il porto marittimo internazionale di Turkmenbashi copre 150 ettari e può movimentare 17 milioni di tonnellate di merci all'anno.

Ha una lunghezza totale della banchina di 1800 m, che gli consente di ospitare 17 navi da carico e passeggeri alla volta. Ha 141121,72 m2 di magazzino aperto e magazzini chiusi che coprono 58059,14 m2.

Il porto ha cinque terminal specializzati descritti di seguito.

Terminal merci generali

Con una superficie di 261 m000, il terminal merci generali è suddiviso in sezioni esterna e interna. La prima dispone di un magazzino di 2 mq per lo stoccaggio di cotone e altri tessuti che non possono essere tenuti all'aperto. L'area esterna di 26 mq è adibita allo stoccaggio di metalli e prodotti in metallo.

Ha la banchina più lunga che copre 625 metri, progettata per ospitare contemporaneamente navi da 5000 DWT. Il terminal ha una capacità annua di quattro milioni di tonnellate.

terminal merci
Immagine solo a scopo di rappresentazione

Le operazioni del terminal sono automatizzate ei sistemi operativi possono supervisionare e controllare le operazioni di carico e scarico di un massimo di quattro navi contemporaneamente. Hanno migliorato le prestazioni delle porte e semplificato le operazioni dei terminali.

Ci sono tre magazzini nell'area del terminal. Il primo magazzino ha una superficie di 8650 mq ed è dotato di rampa per carico e scarico merci da vagoni e autovetture. Il secondo ha una superficie di 2 mq, il terzo ha una superficie di 5900 mq, di cui una parte adibita allo stoccaggio di materiali infiammabili e l'altra adibita a cella frigorifera.

Terminal merci alla rinfusa

Il Turkmenistan ha settori industriali e chimici ben sviluppati. Esporta prodotti sfusi come carbammide, potassio e cemento verso i mercati esteri. Le operazioni logistiche sono gestite dal Terminal merci alla rinfusa presso il porto di Turkmenbashi.

Il terminal ha una superficie totale di 180 m000 ed è l'unico progettato per rinfuse nella regione. Dispone di adeguate attrezzature per la movimentazione di prodotti sfusi utilizzati nell'industria chimica e agroindustriale.

La banchina del terminal è lunga 440 m e può ospitare contemporaneamente tre navi da 5 dwt. La sua capacità annua è di tre milioni di tonnellate e dispone di attrezzature speciali per lo stoccaggio di granaglie, cereali, alimenti per animali, prodotti chimici e cemento.

Sono presenti 14 silos per un volume totale di 35 m000 e otto silos per lo stoccaggio di 3 m6 di cemento. Il carico alla rinfusa viene caricato dalle navi ai container e dai container alle navi tramite sistemi di trasporto e caricatori di navi.

Il terminal ha una gru a benna cingolata e tre gru a benna su rotaia in acciaio. Dispone di due punti di scarico merci per autocarri e vagoni ferroviari con una capacità di carico/scarico di 650 tonnellate in 60 minuti. Dispone inoltre di un magazzino chiuso di 8500 m2 per lo stoccaggio di alcuni prodotti chimici.

terminal per container

Il terminal container del porto di Turkmenbashi copre 249 metri quadrati. Ha una capacità di 000 teu all'anno. Con una lunghezza della banchina di 400 m, carica e scarica tre navi portacontainer alla volta.

Dispone di due gru STS per la movimentazione di container fino a 40 ton. I container scaricati dalle navi vengono trasportati nell'area container generale tramite vagoni ferroviari o veicoli su gru a ponte a sei ruote e due gru a ponte su rotaie in acciaio. Sul sito sono impiegati circa 22 camion con una capacità di carico di 50 tonnellate e 25 tonnellate.

I container in arrivo al terminal vengono stoccati in un piazzale container che può contenere 9100 unità. Ha anche due impilatori di container vuoti e sei impilatori di container carichi. In prossimità della darsena sono presenti due capannoni chiusi di 9980 mq.

Dissuasore in polipropilene

Il terminal serve il Gas Chemical Complex fondato dal Presidente per produrre circa 386 tonnellate di polietilene e 000 tonnellate di polipropilene all'anno a Gyyanly, sulla costa del Caspio.

Questi due prodotti sono i prodotti petroliferi più importanti prodotti nel complesso della raffineria petrolifera di Turkmenbashi e vi è una forte domanda per loro nel mercato internazionale.

Una volta completata l'espansione, circa 120 tonnellate di polipropilene verrebbero spedite ogni anno dall'International Polypropylene Terminal. Il terminal occupa attualmente 000 metri quadrati e dispone di 62 m000 di spazio di stoccaggio chiuso.

terminal dei traghetti

Il terminal passeggeri copre 230 metri quadrati e può ospitare quattro navi da 000 DWT. Serve circa 5 passeggeri e 000 rimorchi ogni anno.

Il terminal passeggeri è moderno, con vetri oscurati lucidi e rifiniture dorate. È progettato per ospitare 800 persone e dispone di un sistema di controllo della migrazione e dei passaporti. Lo stabilimento è dotato delle più recenti tecnologie automatizzate e sale d'attesa VIP.

terminal dei traghetti
Immagine solo a scopo di rappresentazione

Vicino al terminal c'è un hotel dove i passeggeri e l'equipaggio possono rilassarsi. Il porto dispone anche di un bellissimo parco con vista panoramica sul lungomare per passeggiate e svago. Ci sono complessi commerciali, un centro di intrattenimento, un centro giochi per bambini, internet cafè, ristoranti e bar.

Terminali di carica olio

Il porto marittimo internazionale di Turkmenbashi ha punti portuali di Kenar, Alaja ed Ekerem per l'esportazione di petrolio e prodotti petroliferi.

Kenar è stato costruito nel 1965 e nel 1966. Il canale è lungo sette chilometri e largo cento metri. Ha due posti barca e può ospitare quattro navi alla volta.

Alaya si trova nella provincia balcanica nella parte occidentale del Turkmenistan sul Mar Caspio. È un impianto di carico di petrolio. È stato costruito nel 1972 e si estende per cinque chilometri. Ospita due petroliere contemporaneamente.

Ekerem è una cittadina della provincia balcanica, nella parte occidentale del Turkmenistan, sulla costa del Mar Caspio. È un terminal di carico di petrolio per la spedizione di prodotti petroliferi liquidi. È stato costruito nel 1960-1962. Il canale è lungo 3,4 chilometri e largo 70 metri. Può ospitare due cisterne.

Inoltre, il gasdotto Okarem-Beyneu è un gasdotto lungo mille chilometri che collega questo porto attraverso Balkanbat a Tenge e Beyneu in Kazakistan. È operativo dal 1974 ed è di proprietà del governo del Turkmenistan.

Porto di Chelekan è collegato ai due giacimenti offshore di petrolio e gas, Dzheitune e Dzhygalybeg. Il primo è a una profondità d'acqua di 8 metri, e il secondo è a 42 metri nella parte orientale del Mar Caspio.

Coprono 950 chilometri quadrati e sono gestiti da Dragon Oil. Entrambi i siti hanno pozzi vecchi e nuovi che producono circa 79 barili di petrolio al giorno, secondo i dati del 000.

Potrebbe piacerti anche leggere-

Esclusione di responsabilità: Le opinioni degli autori espresse in questo articolo non riflettono necessariamente le opinioni di Marine Insight. I dati e la grafica, se utilizzati, nell'articolo derivano dalle informazioni disponibili e non sono stati autenticati da alcuna autorità statutaria. L'autore e Marine Insight non affermano che sia accurato e non si assumono alcuna responsabilità al riguardo. I punti di vista sono solo opinioni e non costituiscono linee guida o raccomandazioni su una linea d'azione che il lettore deve seguire.

L'articolo o le immagini non possono essere riprodotti, copiati, condivisi o utilizzati in qualsiasi forma senza il permesso dell'autore e di Marine Insigh

Circa l'autore

Zahra è un alunno di Miranda House, Università di Delhi. È un'appassionata scrittrice, con immacolate capacità di ricerca e montaggio. Autrice di numerosi articoli accademici, ha anche lavorato come scrittrice freelance, producendo numerosi articoli tecnici, creativi e di marketing. Vera esteta nel cuore, ama i libri un po' più di ogni altra cosa.